Pagine

sabato 13 settembre 2014

L'estate che non c'è stata

all photos taken by me


Ci sono notti in cui non riesci a dormire, non hai bisogno di chiudere gli occhi, anzi, 
vuoi tenerli aperti per rivedere sul telo nero della notte ogni parola detta, gli abbracci negati 
che restano in gola, i desideri confidati, i baci non dati e quegli incontri che trovano nella 
mente l'epilogo giusto.
all photos taken by me

Quando ti svegli è già Settembre, ma è meglio restare fuori, cercando di mandare sul fondo del mare, 
come piccoli sassi, gli infiniti pensieri, le banali preoccupazioni e forse anche parte delle vite 
che ci sono state affidate e che irresponsabilmente trascuriamo. 
Bisogna imparare a galleggiare nonostante tutto.
Odiare l'estate quando ti ruba il sole dagli occhi, 
quando mette la mano sulla bocca per non farti gridare tutto l'amore che hai dentro.


All photos taken by me


Il ritmo dell'umanità è scandito dal correre e poi cadere. 
Morire e poi innamorarsi ancora della vita. 
Perdersi e ritrovare la strada per chi non resta a guardare la vita dietro la mancanza di coraggio.
Si può restare sul ponte tra le mie e le tue sponde ascoltando la voce di un nuovo giorno 
che ci bisbiglia che tutto è possibile se si da voce e corpo al cuore.



All photos taken by me

Eppure si guarda nella stessa direzione e non si riesce a vedere l'infinito nell'altro.
Allora continua tu Settembre a raccontare i prossimi giorni di un'estate che non c'è stata, 
a renderci veri quando il mondo ci vuole invisibili.