Pagine

sabato 15 marzo 2014

Il risveglio del mondo

Spring 014


Non posso vantarmene, non è merito mio, semplicemente io trascorro il tempo 
ad osservare la bellezza delle cose al di sopra di me. 
Ogni nuovo giorno è pronto a ricevere i doni che la Primavera porta con sé.




D'altro canto, chi riceve di meno è solo colui che non sa vedere, 
che non sa gioire dei nuovi colori, del nuovo inizio che timidamente si svela.
Il grigiore dentro non deve indignarti, ciò che è donato a te, lo serbi nel segreto del tuo cuore.
Solo tu ne conosci i contorni e l'intensità, e un ringraziamento si leva al cielo per tale bellezza.



Osservando la miseria del mondo, basta a volte considerare anche quella un dono,
quando regala il tempo di dirsi "ce la faremo..." stringendosi le mani, 
quando si resta soli a casa e si scopre che quel mondo si risveglia e 
cerca il sole per scaldare i propri colori .


Ci vuole fegato a mollare un pugno di normalità per abbandonarsi a nuove scelte, 
ma occorre altrettanto coraggio a restare e riprendersi la vita, 
perché l'amore sa innaffiare i fiori più belli, 
sa apprezzare gli istanti di fragilità e quelli gioiosi di una nuova Primavera.